Secondo un leak di un insider, Starfield è pronto per un beta test, ma potrebbero esserci problemi all’orizzonte.

Starfield di cui vi abbiamo già parlato in un precedente articolo ra inizialmente previsto in uscita per il prossimo inverno, per la precisione per l’11 novembre, ma a quanto pare all’orizzonte ci sono buone notizie e cattive notizie, o almeno questo e quello che si può ricavare da un post di un ex-dipendente di Bethesda (la casa di sviluppo del gioco n.d.r.) pubblicato su ResetEra, ma poi cancellato.

Ovviamente, questa informazione è qualcosa che bisognerebbe prendere con le pinze, tuttavia dipinge un quadro interessante per quanto riguarda lo sviluppo della nuova IP di Bethesda e potrebbe spiegare perché il gioco sia stato rimandato al 2023.

il post

Le informazioni che abbiamo in merito ai nuovi sviluppi su Starfield vengono da un post, che ora è stato cancellato, sul forum di ResetEra in cui l’utente Hevy008 ha risposto ad alcune domande sulla sua precedente esperienza lavorativa presso Bethesda.

Starfield-beta-leak

Era un posto di lavoro solido e tranquillo, molto sicuro. E l’engine era una rottame, Todd (Howard n.d.t.) è sicuramente un tipo carismatico. Starfield va molto bene, ogni Giovedì facevamo un platest fin dall’inizio dell’anno, con sempre più cose che vengone aggiunte. Lo sparare sembra a posto, volare è terribile, o almeno per me non era affatto divertente. Le luce e il resto sembranovano ogni volta migliori, anche se non non al livello di HFW (Horizon Forbidden West n.d.t.)o roba simile, ma è comunque un gioco molto bello a vedersi. parlando del se verrà rilasciato in tempo, bhe, sicuramente cercheranno di farcela, tagliando quello che possono eccetera, hanno un abbondanza di contenuti, probabilmente fin troppi, per cui non sarà un problema trovare qualcosa che diverta e ovviamente risolvere i bug è il grosso problema. E’ come un appuntamento romantico però, dove hai una sola possibilità, la beta sarà questa estate e sarà allora che l’itero quadro diventerà chiaro.

In linea generale non bisognerebbe fidarsi di uno sconosciuto che dice di essere qualcosa su un forum (ce lo ha detto la mamma n.d. Master Kae), ma in questo caso, nonostante Hevy008 voglia rimanere, il fatto che sia effettivamente un ex dipendente della ditta è stato confermato da Jason Schreier, editorialista di Bloomberg, che aveva già avuto modo di lavorare con lui in passato e fa essere una fonte affidabile.

 

starfield-astronave-disegno

cosa possiamo ricavarne?

Starfield è un gioco molto atteso e quindi è normale che circolino molte voci a riguardo, ma dalla risposta di Hevy008 si possono ricavare più informazioni di quello che può sembrare a prima vista.

La prima, e francamente molto tipica per un prodotto Bethesda, è che molto probabilmente dovremmo aspettarci dei DLC relativamente a breve dopo l’uscita del titolo, in cui verranno riversati tutti quei contenuti che verranno tagliati per poter pubblicare il gioco il tempo.

Quando Hevy008 dice che il motore del gioco è pessimo probabilmente fa riferimento al Gamebryo, il fankensten-engine che è stato usato negli anno dalla Bethesda per i tutti i suo titolo della serie Fallout e Elder Scroll e che è noto per non essere affatto una buona suite di lavoro (non dico che sia vecchio e raffazzonato, ma è stato creato per Dark Age of Camelot, fatevi i conti … n.d. Master Kae). Questa di per sé non è una notizia negativa come sembra perché, per quanto il motore sia oggettivamente datato è scomodo da utilizzare, il suo funzionamento è compreso molto bene non solo dai dipendenti della casa di produzione, ma anche dall’enorme community di Modder che gira attorno ai giochi della Bethesda, e quindi sicuro che almeno per la versione PC potremmo aspettarci una grande quantità di contenuti extra prodotti direttamente dai fan (e anche una bella patch non ufficiale n.d. Master Kae).

Per quanto riguarda il discorso sui bug (perché ovviamente all’uscita sarà pieno di bug, dai raga’ di che stiamo a parlare n.d. Master Kae) non è affatto qualcosa di inaspettato, visti sia i precedenti della casa di sviluppo, sia le mere dimensioni di un gioco del genere che portano inevitabilmente a essere pubblicato non nella forma migliore possibile.
Francamente per noi Questo non è un grosso problema fintanto che vi ricordiate di non prendere il gioco al day one o comunque di far passare qualche settimana prima di giocarci in modo da dare il tempo ai Fix di venire rilasciati.

 

fallout 76 patch